Una piazza per Giuseppe

La prematura scomparsa di Giuseppe Laterza, apprezzato gelatiere del Bar Mincuccio di Palagiano, Ta, ha lasciato sgomenti familiari, amici, concittadini, colleghi di ogni parte d’Italia e oltre. In suo ricordo è partita una raccolta di firme online che ha già superato le 2000 adesioni, per intitolargli la piazza antistante il suo locale, a testimonianza del sentimento di grande affetto e di stima che lo circondava

 

Un’iniziativa dei suoi concittadini per tenere viva la memoria e ricordare a tutti, palagianesi, colleghi, turisti, chi fosse Giuseppe Laterza, gelatiere 42enne, titolare del Bar Mincuccio di Palagiano, Ta, prematuramente scomparso per un male inesorabile, affrontato fino all’ultimo con dignità e coraggio. Dedicare la piazza che si apre davanti al suo locale è un’idea portata avanti da alcuni suoi amici, divenuta obiettivo comune e sfociata in una petizione volta alla raccolta di firme online, per dare il via a un rapido iter istituzionale e alla sua realizzazione, raccolta che ha raggiunto in poche ore oltre 2.000 sottoscrizioni, un grande risultato in via di continuo aggiornamento per un paese di 16.000 abitanti, di cui si occuperà il sindaco, Domiziano Lasigna, e che noi ci impegniamo a seguire.
Ma chi era Giuseppe Laterza? Un apprezzato artigiano figlio d’arte che, fin da ragazzino, aveva imparato con entusiasmo, tecnica e creatività dal padre Mincuccio, Domenico, che aveva dato il nome al bar. La sua passione e la sua bravura lo avevano fatto conoscere e, dal suo territorio tarantino, era diventato famoso in tutta Italia e aveva ricevuto segnalazioni, come quella di Dissapore, che lo aveva posto fra i migliori 50 gelatieri d’Italia, e del Gastronauta, e molti premi.
Per noi era un gelatiere molto bravo, creativo, entusiasta, generoso e collaborativo. Lo abbiamo conosciuto in occasione dell’ultima edizione da vivo di Sherbeth Festival, nel settembre del 2019 a Villa Bellini a Catania, in cui gli abbiamo consegnato il premio di “TuttoGelato e Pasticceria Internazionale” per il gusto Elisir d’Oriente, riconoscimento che ha coinciso con il Premio della critica, attribuito da parte dei colleghi. Giuseppe lo aveva ricevuto “con soddisfazione e orgoglio”, così teneva a dire, mostrando con gioia il piatto realizzato ad hoc da Salvo Bartolotta, ceramista di S. Stefano di Camastra, Ct, tra i partecipanti alla nostra tavola rotonda nell’ambito del Festival “I numeri dell’artigianalità”.
Laterza non era “soltanto” uno artigiano stimato e benvoluto, era un gelatiere appassionato del suo lavoro, che portava il suo paese, la sua regione e i suoi ottimi prodotti negli eventi a cui prendeva parte. Era soprattutto una bella persona di cui tutti ricordano il sorriso, la disponibilità, la naturale gentilezza, che si affiancava alla determinazione nel perseguire i suoi obiettivi di qualità e professionalità coi colleghi del gruppo Gelatieri per il Gelato. Si spiega così l’incontenibile sentimento di tristezza e commozione che da quando se ne è andato, il 28 gennaio, sta percorrendo i social e che, come noi, si stringe con affetto intorno alla famiglia e in particolare alla moglie Marilù e ai bambini.

Emanuela Balestrino

 

Per aderire all'inizitaiva

https://secure.avaaz.org/community_petitions/it/sindaco_di_palagiano_domiziano_lasigna_intitolare_piazzetta_al_gelatiere_giuseppe_laterza/

   

 

                                                                                                                                                               

Ultima modifica il Venerdì, 05 Febbraio 2021 08:51

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Copyright © - 1998-2021 Chiriotti Editori s.r.l. All rights reserved
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy Tel. +39 0121 393127 - Fax +39 0121 794480 Partita Iva e Codice Fiscale 01070350010 | Privacy

Chiriotti DEM Popup