Il nuovo numero di TuttoGelato è online

Storie edificanti. L'editoriale del nuovo numero di maggio di TuttoGelato

I protagonisti di ogni numero, ovvero gli artigiani e le aziende, sono coloro che ci permettono di raccontarvi storie edificanti, capaci di essere di stimolo e sprone, specie in frangenti come questi. E infatti ci impegniamo e ci piace andare “a caccia” di fonti di ispirazione, in Italia e all’estero, anche per offrirvi esempi e spunti fuori dal coro, per visioni laterali sempre più necessarie. Ed è così che in questo numero di TuttoGelato entriamo insieme nella mitica cucina stellata del Mirazur di Mentone, in Francia, scoprendo che il gelato è un pallino fisso anche per Mauro Colagreco e per la sua executive chef. Ma anche grazie alle consuete rubriche vi assicuriamo una panoramica a tutto tondo sul settore, nobilitando il gelato alle soglie di una nuova stagione calda, per la quale non possiamo che augurare a tutti grandi soddisfazioni!

Buona lettura e proficua estate!

Scarica la tua copia omaggio QUI

 

Retrogusto
di Emanuela Balestrino

Ripartenza, in sicurezza ma con brio
Non si è mai fermato, anzi, durante il lockdown dell’anno scorso e di questi primi mesi del 2021, ha preparato con ritmi elevati vaschette di gelato, coppette, semifreddi e altre delizie fredde. Nel rispetto delle regole indicate dai vari dpcm, l’ambito della gelateria artigianale, grazie a potenziati servizi di asporto e delivery dei singoli e delle società di consegna a domicilio, ha resistito con determinazione, tenacia e creatività alla pandemia e alle chiusure. E questa è l’ora della ripartenza, che vede il comparto impegnato con orgoglio sia ad aprire nuovi punti vendita (come segnalato in “Apro anch’io”), sia a riaccogliere in sicurezza i clienti, a servirli e coccolarli con gusti classici e nuovi.
Con le dovute differenze, il settore caparbiamente tiene. Ne abbiamo avuto conferma anche dai ricercatori dell’Ufficio Studi di GCIA Mestre, Associazione Artigiani e Piccole Imprese di Mestre, Ve, a cui Longarone Fiere e MIG hanno commissionato lo studio sulla situazione e sui dati del comparto. Va rilevato – spiegano – come il crollo del turismo, soprattutto quello internazionale (-74%), abbia ad oggi inciso fortemente su città come Venezia, che per la sua specificità vive in grandissima parte su flussi turistici, ma come non abbia avuto particolari risvolti su altri centri d’arte di alto richiamo come Firenze. I dati sono in aggiornamento e appena disponibili ve ne daremo conto. Seguiteci!

Ultima modifica il Lunedì, 31 Maggio 2021 07:44

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Copyright © - 1998-2021 Chiriotti Editori s.r.l. All rights reserved
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy Tel. +39 0121 393127 - Fax +39 0121 794480 Partita Iva e Codice Fiscale 01070350010 | Privacy

Chiriotti DEM Popup